lunedì 17 ottobre 2011

Mozzarelle + concorso



Avete letto bene.
Tipica, originalissima, mozzarella italiana GRATTUGGIATA.

Giusto no?

...


Ed ora, dopo il primo momento di totale smarrimento, vi lancio una sfida. Anzi, più propriamente lancio un CONCORSO.

SPIEGATEMI COME UN IRLANDESE GRATTUGGIA LA MOZZARELLA E RICEVERETE IN PREMIO UNA CARTOLINA DISEGNATA DA FORGERESS


Di seguito le regole del gioco:

Rispondete alla seguente domanda: COME FANNO GLI IRLANDESI A GRATTUGGIARE LA MOZZARELLA?

Scrivete la vostra risposta in un commento di seguito a questo post.

Chiunque può partecipare.

Vale solo una risposta per ogni partecipante.

Avete tempo fino al 31 ottobre incluso. Risposte aggiunte dal 1 novembre in poi saranno ignorate. Il vincitore verrà decretato pubblicamente e a insindacabile giudizio dell'autrice (cioè me) il 2 novembre e quindi contattato privatamente. RICORDATE di lasciare la vostra mail nel commento per poter essere contattati direttamente in caso di vincita!

La risposta che verrà considerata dall'autrice (cioè me) più degna di nota (assurda, divertente, nonsense, esagerata, ironica, assurda... l'ho già detto?) verrà premiata con una CARTOLINA disegnata da forgeress stessa, con tema a scelta dal vincitore, e spedita direttamente dall'Irlanda.

Ora tocca a voi, stupitemi.

17 commenti:

acad ha detto...

Bè io al posto di un' irlandese la metterei in freezer poi quando serve la grattutggio e la metto assieme al piatto nel microonde no?

MattoMatteo ha detto...

Gra... gra... grattugiata? Oo'
Vabbè che, in alcune ricette, la mozzarella viene TRITATA per mescolarla meglio agli altri ingredienti... ma GRATTUGIATA?! é_è
Sai, ho dei SERISSIMI dubbi che quella sia italiana... e ancora meno che quella sia "mozzarella"! è_é
Mi sà tanto di fregatura, come il famoso "parmesan" cinese fatto senza latte... ç_ç

Per quanto riguarda il COME facciano a grattugiare quella "roba"... se è davvero acquosa come la mozzarella, l'unica soluzione plausibile è quella ipotizzata da Acad, cioè la grattugiazione dopo averla congelata o liofilizzata.
Se invece, come penso, è più asciutta (come la famosa "Pizzottella" Prealpi, che ha una consistenza simile alla scamorza o ad una caciottina), allora può essere grattugiata normalmente.

Fata Morgana ha detto...

La usano sulla tipica "pizza irlandese", non lo sapevi? :P

Gatto ha detto...

Si tratta di un'antico rituale druidico risalente ormai alla notte dei tempi.
Si narra che gli antichi celti irlandesi grattuggiassero la mozzarella sulle coste delle loro spiaggie durante gli avvistamenti di navi nemiche come monito agli assalitori.
"Guardate" sembravano dire con quel gesto "noi la mozzarella la grattuggiamo! Attenti a voi, sciocchi!"
Ma veniamo ora al come la grattuggiavano.
Parrebbe che, da antiche incisioni rinvenute in una vera original italian pizzeria rinvenuta nella contea di Roscommon risalente al 30 a.C., utilizzassero uno strumento simile alla cetra con la quale composero le magnifiche melodie: "Ode a te, mozzarella con la goccia", "La prossima volta falla più fina" e l'indimenticabile "Guarda che la terza corda è un pò scordata, perché c'é una nota di amaro".


Scusa per questo sproloquio, ma ad un certo punto mi ha preso la mano XD

stealthisnick ha detto...

in realtà gli irlandesi non grattugiano la mozzarella, ma si limitano a minacciare di recitarle una poesia Vogon

terrorizzata, la mozzarella si grattugia da sola

ele ha detto...

Ho chiesto a questa azienda.
Appena mi rispondono ti giro la mail.

angela ha detto...

io abito nel paese delle mozzarelle, non è così inusuale grattuggiarla.

eclips3s ha detto...

la porti in Irlanda e la lasci sola....

...quando si secca di stare sola la grattugi!

Reds ha detto...

dunque , prendi una mozzarella piuttosto grossa, una cassa di birra scura ed un paio di bottiglie di wisky irlandese.
metti la mozzarella in frigo, ed intanto cominci a berti la cassa di birra, quando hai finito la cassa di birra cominci la prima bottiglia di wisky, se sei ancora sveglio passi alla seconda..
quando ti risvegli (se sopravvivi) dal coma etilico, la mozzarella sarà oramai secca abbastanza
toglila dal frigo e grattugia quanto rimasto!
piu semplice di cosi si muore

Lous ha detto...

di Lous e basta...

"TEOREMA...del latticino"


Prendi un formaggio,
digli che è buono.
Mandalo dal contadino,
dagli anche due pere.
Fallo sentire importante
prendi tutti i fermenti dei fermenti che ha,
cerca di essere un tenero buongustaio, sii sempre delicato, mettilo sulla pasta.

E stai sicura che non scaderà,
chi è troppo gustoso, il gusto non dà.
E stai sicura che buono sarà,
chi meno lo usa, la pizza buona non ha.

Prendi un formaggio, prendilo tutto,
lascia che congeli per ore.
Non farti vivo e quando controlli,
fallo per vedere se è duro.
Fa sentire che così non va bene,
grattugialo per bene.
Cerca di usare una tenera grattugia, ma fuori dai pasti non puoi sgarrà.

E allora sì, vedrai che è pronto,
chi è meno formaggio, mozzarella sarà. E allora si vedrai, il prodotto ci sta, che è meno buono è quello si sà.

No cara amica, sono d'accordo,
tu parli di una fetenzia.
Pezzo di formaggio, questo se ne è andato, e tu non hai resistito.
Non esistono leggi dei latticini,
basta prendere quello che c'è.
Lascia aperta la bocca dello stomaco vedrai che un pasto buono è per te.

Senza formaggio, la pizza cos'è,
su questo sarai d'accordo con me.
Senza formaggio, la pasta non è,
è questa l'unica legge che c'è.

shaka81 ha detto...

Io opto per la più semplice delle soluzioni...e cioè un chiarissimo esempio delle teorie sul teletrasporto...basta smaterializzare la mozzarella dal caseificio e farla materializzare aggregata in maniera diversa...grattugiata appunto...ma non schiferei nemmeno la soluzione schiaccia patate...

Johnny Freak ha detto...

Si tratta di un metodo passatempo/antistress con cui gli irlandesi per non auto-ferirsi GRAFFIANO la mozzarella fino a grattugiarla.
Fu inventato nel 1897 da Oscar Wilde mentre risiedeva a Napoli, il quale richiamato all'ordine dalla moglie con un "o smetti di fare casino o ti tolgo gli alimenti" si sfogò su una mozzarella (la leggenda dice di pura bufala campana).
In tempi più recenti è usato dai suoi connazionali per ammazzare il tempo durante le "vacanze dietro le sbarre" che possono seguire una serata sbronza+discussione animata; Rivendendo il prodotto è inoltre possibile ottenere i soldi per la cauzione e l'eventuale avvocato.
Nell'ultimo periodo pare che tali introiti vengano anche risparmiati per comprare l'album dei Cranberries in uscita a S.Valentino 2012 ( e ovviamente per ingannare l’attesa GRATTUGIANO LE MOZZARELLE )

( johnny_freak@hotmail.it )

Moerandia ha detto...

Mah, come hanno già scritto: 1) Sarà davvero mozzarella?
2) Per farla essiccare ci vorrà un metodo rapido, se no va a male, congelata chissà come la grattugiano per bene.
Ma davvero, viene il dubbio che chissà cosa sia.
Ma allora i pezzi di parmigiano li servono in una tazza piena d'acqua? :-D

Rigor Mortis ha detto...

Beh la soluzione è semplice e lo facevano anche gli antichi celti... prendi dell'azoto liquido che ogni irlandese porta con se(se non mi credi ferma un Irlandese e chiedi se ha dell'azoto liquido e vedrai che mi darai ragione)e una pinta di Guinness. Immergi la mozzarella nell'azoto e poi lanciala da un'altezza media di 20 metri. Raccogli i frammenti e ripeti l'esperimento altre 4 o 5 volte a seconda di quanto grattugiata vuoi la mozzarella. "E la birra?", mi chiederai... beh, durante tutto il procedimento non vuoi bere nulla?! ^^
In tempi antichi si andava a buttarla da uno strapiombo a picco sul mare sugli scogli sottostanti ed era anche una prova di virilità che comportava il rischio della vita e dell'incolumità fisica. Adesso che siamo più pigri e civilizzati si può fare anche dal tetto di un palazzo e per scendere e risalire si può comodamente prendere l'ascensore e quindi il tutto ha perso il suo aspetto romantico ed avventuroso.
E' proprio vero, si stava meglio quando si stava peggio.

Acalia ha detto...

Le fai il solletico e poi le si lascia grattugiare senza fare storie ^^

pierpytom ha detto...

E' l'ultima frontiera della tecnologia italiana, un sano connubio tra cucina tipica ed ingegneria ancor più tipica! Ora però devo andare che ho il tipico frappè di pizza in forno e non vorrei mi si bruciasse!

mamozzi ha detto...

Immagino ci sia una macchina simile a quella che fa la carne macinata.
Però va usata su un prato di trifogli, bevendo una Guinness, solo da donne dai rossi capelli e dal viso lentigginoso... :-)
P.S. Speriamo di non aver vinto, sarebbe uno smacco se la tua cartolina mi arrivasse prima che a te arrivi la mia...

Blog Widget by LinkWithin